Linfodrenaggio

Il linfodrenaggio manuale è una tecnica di massaggio che si pratica con manovre lente e progressive di svuotamento e liberazione dei tessuti interessati dall’accumulo di liquidi presenti in particolare negli spazi extracellulari dove l’assorbimento di liquidi in eccesso, normalmente espletato dall’organismo, è in qualche modo compromesso. Il linfodrenaggio m. si differenzia dal massaggio classico soprattutto dalla pressione più lieve che viene applicata sul tessuto da trattare e presuppone da parte dell’operatore che lo esegue una profonda conoscenza dell’anatomia del sistema linfatico e della fisiopatologia per adattare così il  trattamento e  renderlo il più efficace possibile in base al soggetto e alla “patologia” stessa. I benefici che questo tipo di massaggio apporta all’organismo sono molteplici tra i quali:

  • Di rilassamento in generale in quanto agisce sul sistema nervoso centrale e periferico
  • Antidolorifico in quanto diminuendo l’edema diminuisce la pressione sui recettori del dolore.
  • Immunologico.
  • Miglioramento del trofismo cutaneo.
  • Aumento del carico linfatico e venoso.
Indicazioni:

  • Edemi linfostatici (= linfedemi) primari.
  • Edemi linfostatici (= linfedemi) secondari.
  • Oncologico.
  • Post traumatici (ematomi, distorsioni, lussazioni, lesioni tendinee, legamentose, meniscali, borsiti, sindrome del tunnel carpale, pollice da sci, dito a scatto, strappi muscolari, postumi di fratture, distrofia di Sudeck).
  • Postoperatori (ortopedico, odontostomatologico, estetico, stripping, trapianto di cute, cicatrici).
  • Affezioni reumatologiche ( artrite reumatoide, artrosi, poliartrite cronica, morbo di Bechterew, artropatie).
  • Malattie sistemiche del tessuto connettivo (lupus, erythematosus, sclerodermia, polimiosite, dermatomiosite).
  • Osteoporosi.
  • Edemi locali del sistema nervoso centrale e periferico.
  • Edemi venosi.
  • Infiammazioni croniche locali delle vie respiratorie (raffreddore cronico, bronchite asmatica e cronica, sinusite cronica, otite cronica, tonsillite cronica).
  • Affezioni dermatologiche.
  • Stress.
  • Distonia vegetativa.
  • Sindrome premestruali ed edema ciclico idiopatico.
  • Gestazione.
  • Cellulite.
Controindicazioni assolute:

  • Tumori non trattati se non come terapia palliativa e dietro prescrizione medica.
  • Infezioni.
  • Manifestazioni allergiche sia sistemiche che locali.
  • Erisipela.
  • Patologie venose acute (flebite o tromboflebite recenti o in atto).
  • Edema da insufficenza del cuore destro non compensata.
  • Radiodermite.
  • Aritmia cardiaca.
  • Portatori Pace-Maker o portacat.
  • Ateromatosi carotidea.
  • Iperattività del seno carotidea.
  • Donne in stato di gravidanza.
  • Mestruazioni.
  • Occlusione intestinale.
  • Cistite o colite postattinica.
  • Enteropatia acuta e cronica.
  • Stomia.
  • Aneurisma aortico.
  • Precedenti di chirurgia addominale.

Controindicazioni relative:

  • Iper ed ipo tiroidismo.
  • Ipotensione.
  • Mestruazioni.
  • Donne in stato di gravidanza (no addome profondo).
Chiama ora!

Fisiolab la scelta giusta per il tuo benessere.

Per qualsiasi info o per fissare un'appuntamento

Chiama ora!